Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_minsk

Visti

 

Visti

Informazioni relative ai visti

Le informazioni relative al rilascio di visti sono reperibili nelle lingue italiana, inglese e russa collegandosi con il sito del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale "Il visto per l’Italia". Il citato sito costituisce la fonte autorizzata per i documenti richiesti a corredo delle domande per le varie tipologie di visto.
Informazioni specifiche per i cittadini bielorussi sulla documentazione necessaria per la concessione delle diverse tipologie di visto Shengen sono inoltre disponibili in lingua italiana e lingua russa consultando la lista dei documenti armonizzati in sede di cooperazione locale Schengen per la Bielorussia.
E’ possibile stampare i moduli di richiesta del visto Schengen e del visto nazionale nonché l’altra modulistica relativa al rilascio dei visti nella sezione Modulistica di questo sito web.


Appuntamenti per presentare le richieste di visto

Gli utenti, per presentare le domande di visto Schengen di corto soggiorno, devono prenotare l’appuntamento contattando:

AMBASCIATA: Prenota OnLine

TLScontact: https://it.tlscontact.com/by.
E’ possibile contattare il fornitore esterno di servizi TLScontact anche ai seguenti recapiti telefonici: +375(33)6300420 e +375(29)6503497.

La presentazione delle domande di visto nazionale (per periodi superiori a 90 giorni e finalizzate all'ottenimento del permesso di soggiorno) dovrà avvenire esclusivamente tramite l'Ambasciata sempre previo appuntamento da effettuate on-line collegandosi al sito web Prenota OnLine.


Visti per i programmi di accoglienza umanitaria

I soggiorni in Italia di minori bielorussi inseriti nei programmi umanitari post-Chernobyl devono soddisfare quanto previsto in proposito dalle normative italiana e bielorussa in materia di tutela dei minori. Il Comitato dei Minori Stranieri che opera presso il Ministero del Welfare e delle Politiche Sociali indica le condizioni secondo cui tali soggiorni possono essere realizzati e provvede altresì ad autorizzare il soggiorno in Italia per ogni singolo minore nel periodo richiesto. Successivamente sulla base di tale autorizzazione la Sezione Visti di questa Ambasciata provvede al rilascio del visto nel quadro della programmazione delle partenze concordate con le Associazioni, Enti e famiglie italiane e le controparti bielorusse. Nello spirito di facilitare i soggiorni il Comitato dei Minori Stranieri ha adottato nuove linee diramate alle associazioni circa la documentazione da presentare al Comitato stesso per ottenere la relativa autorizzazione di soggiorno in Italia, a cui la Sezione Visti fa riferimento nell'esaminare la documentazione presentata dalle Associazioni in Ambasciata per la relativa richiesta di visto.


Visti per familiari di cittadini della UE

In base a disposizioni comunitarie, i familiari di cittadini della UE, che intendono richiedere visti d’ingresso in uno degli Stati Membri, fruiscono di benefici consistenti nella trattazione con priorità da parte di questa Ambasciata delle pratiche di cui si tratta, nella semplificazione delle procedure e della documentazione da presentare e nella gratuità del visto stesso. In particolare per richiedere il visto dovrà essere presentata la seguente documentazione:
- valido documento di viaggio
- documento da cui si evince il grado di parentela con il cittadino UE
- invito (in alternativa biglietto o prenotazione del viaggio) da cui si evince che il visto sarà utilizzato dal familiare del cittadino UE per recarsi nello stato membro dove risiede o dove intende recarsi il cittadino UE.


Tempi per la presentazione delle richieste di visto

In base all'art. 9 del Codice Visti, le domande di visto vanno presentate non prima di 3 mesi dall'inizio del viaggio previsto.
Si informa, inoltre, che nei mesi di maggio, giugno, luglio e dicembre questa Ambasciata assegna la priorità alla trattazione delle domande di visti per scopi umanitari dei minori bielorussi che si recano in Italia nell’ambito dei noti programmi di accoglienza. Sarà pertanto possibile che in tali periodi i tempi per ottenere un appuntamento presso la Cancelleria consolare per la presentazione delle richieste delle altre tipologie di visto siano più lunghi rispetto a quelli generalmente previsti (15 giorni).


Rilevazione delle impronte digitali per i richiedenti visto

Dal 23 giugno 2015 per il rilascio del visto è necessario procedere alla rilevazione delle impronte digitali per tutti i richiedenti di età' superiore ai 12 anni. La rilevazione delle impronte viene effettuata al momento della presentazione della richiesta di visto presso gli sportelli della Cancelleria Consolare o presso il fornitore di servizi esterni TLScontact.


296